NATALE: COMETA O CONGIUNZIONE QUELLA DEI MAGI? (2)
NATALE: COMETA O CONGIUNZIONE QUELLA DEI MAGI? (2)

(Adnkronos) - Gli stessi storici sono divisi e la data possibile della nascita viene fissata dal sette o dal quattro avanti Cristo fino all'uno avanti Cristo, per quanto paradossale possa suonare l'affermazione che Cristo e' nato l'anno uno avanti Cristo. Il termine ultimo utile e' proprio quello dell'anno uno perche' secondo lo storico ebraico Flavio Giuseppe, la morte di Erode fu preceduta da un'eclissi di luna e seguita dal Passaggio, la Pasqua ebraica. Il periodo piu' probabile per rispondere a questi requisiti e' l'eclissi parziale del marzo del quattro avanti Cristo, ma c'e' anche un'eclissi totale nel gennaio dell'uno avanti Cristo che risponde al criterio. E, come vedremo, anche un'eclisse nel marzo dell'anno quattro a.C.

La misteriosa luce in quel periodo potrebbe essere stata una nova, una supernova, una cometa per davvero, perche' ci sono gli accurati dati degli astronomici cinesi e coreani e i candidati sono in effetti molti, ma la risposta piu' semplice, quella di una Venere sia pure fuori misura continua ad avere molti sostenitori. E' vero che l'evento e' troppo ordinario per colpire i saggi astrologi che erano i re magi, ma Venere potrebbe non essere stata sola.

E proprio indagando in questa direzione, un fatto astronomico preciso potrebbe aver messo in cammino i magi: la straordinaria triplice congiunzione di Giove e Saturno che nel sette a.C si incontrarono tre volte nella costellazione dei Pesci, associata con gli ebrei e la Palestina, con una configurazione celeste che avviene una volta ogni 900 anni. (segue)

(Cab/Zn/Adnkronos)