CONDOMINI: L'ANTITRUST ''CONDANNA'' GLI AMMINISTRATORI
CONDOMINI: L'ANTITRUST ''CONDANNA'' GLI AMMINISTRATORI
FUORILEGGE I TARIFFARI MINIMI

Roma, 27 dic. (Adnkronos) - Sono ''fuori legge'' i tariffari degli amministratori di condominio. Lo ha stabilito l'Antitrust, dopo una istruttoria avviata il 9 marzo e chiusa il 14 dicembre scorso con il divieto, per le associazioni degli amministratori, di applicare i tariffari in questione.

Secondo l'Antitrust, fissando tariffe minime inderogabili per le singole prestazioni, si finisce per arrivare a una restrizione della concorrenza, in quanto si impedisce agli amministratori professionali di condominio ''di determinare autonomamente le tariffe di servizio, con danno per i consumatori finali''. Inutili le proteste degli amministratori, secondo i quali, al contrario, il tariffario minimo costituisce una garanzia della qualita' della prestazione professionale; l'Antitrust definisce questa posizione ''non condivisibile'', e dichiara che ''l'approvazione e la divulgazione dei tariffari, nonche' l'approvazione delle clausole statutarie che prevedono l'obbligo per gli iscritti alle suddette associazioni di applicare i tariffari stessi, costituiscono una violazione dell'art. 2 della legge 287/90''.

Le associazioni degli amministratori dei condomini Aiaci, Anai e Fne dovranno quindi adeguarsi: l'Antitrust concede trenta giorni di tempo per ''rimuovere gli effetti delle infrazioni contestate, e adottare misure concrete idonee a informare i propri iscritti del provvedimento, presentando nello stesso termine all'Autorita' una relazione al riguardo''. Per quanto riguarda il Consiglio Nazionale dei Geometri, a loro volta nel mirino dell'Antitrust per aver diffuso un tariffario contenente anche i 'minimi' per gli amministratori di condominio, raccomandandone l'applicazione ancora prima della necessaria approvazione ministeriale, anche in questo caso l'Autorita' stabilisce che ''tale comportamento e' stato ritenuto lesivo della concorrenza''. Nessun ''reato'' e' stato invece riscontrato per quanto concerne l'Anmmi.

(Red/Pe/Adnkronos)