CINEMA: DELUSIONE A HOLLYWOOD, INCASSI SCARSI
CINEMA: DELUSIONE A HOLLYWOOD, INCASSI SCARSI

Hollywood, 27 dic. (Adnkronos) - Le speranze di Hollywood di un finale d'anno pirotecnico, almeno dal punto di vista degli incassi, sono sfumate: il pubblico ha risposto con scarso entusiasmo nei giorni delle feste di Natale, confermando l'impressione che la Mecca del cinema avesse esaurito la sua spinta del 1994 con i grossi successi di ''Forrest Gump'' per la Paramount e ''Il re leone'' per la Disney, avendo ormai poco da offrire per la fine dell'anno. Ma ciononostante, dovrebbe essere possibile ancora per Hollywood stabilire il record storico, con un 1994 complessivamente migliore dell'anno precedente.

Secondo i gestori, il calendario e' il principale responsabile: come ben sanno gli specialisti dei ''ponti'', Natale e' caduto di domenica riducendo cosi' i giorni utili in quanto la gente va comunque al cinema di sabato e domenica, e per di piu' la gente ha preferito fare le compere di Natale il giorno della vigilia, per cui l'afflusso si e' perfino ridotto rispetto ad un sabato normale. Ma al di la' di questo fattore tecnico, i cinema non offrivano veri ''blockbuster'' capaci di attirare le masse. Tali non si possono definire infatti ne' ``Nell'' con la pur bravissima Jodie Foster, ne' ``Disclosure'', ennesimo thriller sessuale con Michael Douglas ne' il pur apprezzatissimo inno agli idioti, della New Line Cinema, ``Dumb and Dumber'', ne' il pur ben fatto ennesimo remake di ''Piccole donne'' o il divertente ``I.Q.'' con Walter Matthau nei panni di Einstein. (segue)

(Cab/Pe/Adnkronos)