CGIL: ALLARME PER AUMENTO INFLAZIONE, URGENTE MANOVRA
CGIL: ALLARME PER AUMENTO INFLAZIONE, URGENTE MANOVRA
SI DOVRA' TROVARE UN 'RECUPERO' NEI CONTRATTI NAZIONALI

Roma, 10 gen. -(Adnkronos)- Allarme per la crisi politica, per il precipitare della situazione economica, per l'aumento dell'inflazione che rischia di far svanire come neve al sole i risultati dell'accordo di luglio. La Cgil torna alla carica per ribadire la propria preoccupazione, e chiede al piu' presto ''un governo che governi''. Intanto, la Confederazione si appresta a far slittare la data del proprio congresso, in origine previsto per maggio: se ci saranno le elezioni anticipate, spiega il numero due Guglielmo Epifani, l'assise verra' spostata in autunno.

In una pausa dei lavori del Direttivo, Epifani incontra i giornalisti per un veloce briefing. Nulla di nuovo, rispetto alle posizioni gia' espresse dalla confederazione; caso mai, una ulteriore sottolineatura della gravita' della situazione. Epifani spiega che ''non ci sono pregiudiziali politiche nei confronti di alcun governo'', nemmeno -par di capire- per un Berlusconi bis: ''Spetta a Scalfaro decidere. E poi, stara' alla responsabilita' del parlamento garantire una maggioranza in grado di governare''. Quello che conta, e' che il paese sia dotato al piu' presto di un esecutivo in grado di mettere mano a quei due o tre colossali problemi non piu' rinviabili che si chiamano occupazione, debito pubblico, riforma delle pensioni, inflazione.

L'inflazione, sopratutto, preoccupa i sindacati. I contratti nazionali, siglati in seguito all'accordo di luglio, erano basati su un tasso programmato che e' ormai di due punti al di sotto dell'inflazione reale. L'accordo prevede un 'correttivo' in occasione della verifica biennale dei contratti: ''ma se anche nel 1995 il tasso di inflazione terra' questo andamento -spiega Epifani- la perdita di potere d'acquisto dei salari non sara' tollerabile, e il sindacato dovra' attrezzarsi per trovare una soluzione''. Epifani esclude che si possa recuperare quanto perduto a causa dell'inflazione attraverso la contrattazione integrativa che si aprira' nei prossimi mesi: ''solo a livello di contratto nazionale potra' esserci un recupero. In ogni caso, noi non intendiamo assistere passivamente alla perdita di peso delle buste paga''. (segue)

(Nnz/Pn/Adnkronos)