CRISI: PAGLIARINI - ALLA CAMERA 78 SI' A BOSSI, 42 AL SENATO
CRISI: PAGLIARINI - ALLA CAMERA 78 SI' A BOSSI, 42 AL SENATO

(Adnkronos) - Dopo aver riferito i dati della consultazione, Pagliarini ha preso le distanze dalle dichiarazioni del Ministro dell'interno Roberto Maroni e da quella che ha definito la ''metafora degli scogli''. ''Non e' vero che andiamo contro gli scogli -ha precisato Pagliarini- noi dobbiamo traghettare il Paese oltre gli scogli. Non ha senso dire scappiamo, bisogna passarci in mezzo''. E questi scogli sono, tra gli altri, la legge Antitrust e le privatizzazioni.

E prendendo spunto dalla mancata definizione di una nuova normativa antitrust, Pagliarini ha voluto ribadire che ''non e' vero quello che afferma Berlusconi quando dice che questo Governo ha fatto quello che i ministri leghisti volevano''. Le cose stanno diversamente, dice il Ministro del bilancio, e proprio l'antitrust ne' e' l'esempio piu' eloquente. ''Nella premessa del documento di programmazione economica e finanziaria veniva affermata la necessita' di una nuova e moderna legislazione Antitrust -riferisce Pagliarini- pertanto, il Governo approvando il dpef, approvava anche questa posizione. Il documento e' quindi passato in Parlamento che, a sua volta, l'ha approvato''.

All'inizio di settembre, Pagliarini ha presentato al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, una proposta sui principi di una nuova legge Antitrust. ''Ma quel testo -ha aggiunto Pagliarini- e' sparito''.

(Mcc/Zn/Adnkronos)