CRISI: IL PRC SI CONTA E AFFIDA MANDATO A BERTINOTTI
CRISI: IL PRC SI CONTA E AFFIDA MANDATO A BERTINOTTI

Roma, 10 gen. -(Adnkronos)- Il confronto interno al Prc che si sta svolgendo in direzione dove, in sostanza, si fronteggiano la linea del segretario Bertinotti da una parte e dall'altra, seppur con accentuazioni diverse, Garavini, Magri e Castellina si e' affidata al voto in vista del colloquio che alle 17.30 la delegazione di Rifondazione avra' al Quirinale con Scalfaro.

La direzione, rende noto un comunicato, ha ''confermato la posizione che il partito ha assunto nella crisi aperta dalla caduta del governo Berlusconi. Il Prc ribadisce al presidente della Repubblica il suo deciso rifiuto sia ad un governo Berlusconi-bis, sia ad un governo di centro destra che gestisca elezioni immediate. Il Prc avanza al presidente della Repubblica la proposta di un governo di garanzia democratica che, attraverso una breve transizione, conduca ad elezioni anticipate''.

Con questo mandato -approvato con un voto contrario (Garavini) e due astenuti (Magri e Castellina)- Bertinotti e Cossutta si recheranno tra poco al Quirinale. Il segretario di Rifondazione comunista ha osservato che ''esce confermata, pressoche' all'unanimita' -seppure con un voto contrario e due astensioni tutte autorevoli- la posizione che abbiamo fin qui espresso: siamo per una soluzione precisa della crisi, un governo di garanzia democratica che, attraverso una breve transizione, porti alle elezioni anticipate. Questo diremo al presidente della Repubblica e io credo che questa proposta abbia in se tante riserve di buon senso che potrebbero affermarsi''.

(Ruf/Pn/Adnkronos)