ELEZIONI: SIMULAZIONE, INTESA PPI-FI AVREBBE MAGGIORANZA
ELEZIONI: SIMULAZIONE, INTESA PPI-FI AVREBBE MAGGIORANZA

Roma, 10 gen. -(Adnkronos)- Alle prossime elezioni l'ago della bilancia sara' il Partito popolare. Per conquistare la maggioranza dei seggi sia i progressisti che il centro-destra dovranno contare sull'appoggio di Rocco Buttiglione. E' questo il risultato di una serie di ricerche statistiche compiute dall'universita' ''La Sapienza'' di Roma sui risultati della Camera del 27 marzo scorso limitati ai 475 seggi uninominali. Secondo una simulazione del professor Ornello Vitali, direttore del Dipartimento di teorie economiche e di metodi quantitativi della facolta' di Scienze politiche, un cartello elettorale moderato comprendente Forza Italia, Centro cristiano-democratico, Partito popolare e Patto Segni potrebbe conquistare 294 seggi, contro i 156 dei progressisti e i 25 di Alleanza Nazionale; se la Lega decidesse di correre da sola non riuscirebbe a conquistare nessun collegio uninominale.

Ancora piu' forte il risultato della simulazione che contempla un'alleanza fra Popolari, Forza Italia, Ccd e An: 391 seggi, contro gli 84 che potrebbero conquistare insieme progressisti e Lega. Ma il maggior bottino potrebbe incassarlo un'alleanza che veda correre insieme Popolari, progressisti (compresa Rifondazione comunista) e Lega: ben 416 seggi. Non ci sarebbe nessuna maggioranza, con un accordo esclusivo fra Forza Italia e Alleanza Nazionale (224 seggi), con i progressisti che continuano a correre da soli (167) e con un'intesa fra popolari e Lega (84). ''Attenzione, pero', queste previsioni sono da prendere con le molle, perche' si basano su meri calcoli statistici e sul presupposto che ciascun partito sia in grado di mantenere i voti conquistati un anno fa a prescindere dalla coalizione della quale entra a far parte'', ha avvertito il professor Vitali, che a fine mese pubblichera' i risultati delle sue ricerche nel libro ''Il terremoto politico del 1994''.

(Pam/Pn/Adnkronos)