GOVERNO: IN 6 LEGISLATURE ELEZIONI GESTITE DA QUELLO USCENTE
GOVERNO: IN 6 LEGISLATURE ELEZIONI GESTITE DA QUELLO USCENTE

Roma, 10 gen. -(Adnkronos)- Nelle ultime sei legislature il governo che ha gestito la fase prelettorale e' sempre stato quello presieduto dal Presidente del Consiglio dimissionario. In alcuni casi e' stato varato un esecutivo con il compito dichiarato di portare il Paese alle elezioni nel giro di qualche mese.

La fase elettorale precedente alla sesta legislatura, che ando' dallo scioglimento delle Camere (28 febbraio 1972) alle elezioni (7 maggio 1972), fu gestita dal primo governo Andreotti, nato proprio come governo elettorale in seguito alle dimissioni del governo Colombo, in carica dal 6 agosto 1970. Il Presidente Leone, dopo aver incaricato lo stesso Colombo di dar vita ad un nuovo esecutivo, in seguito alla rinuncia di quest'ultimo, affido' l'incarico ad Andreotti, che formo' un monocolore Dc (17 febbraio 1972) il quale, come previsto, non ottenne la fiducia delle Camere e rimase in carica per gestire la fase elettorale.

Il passaggio tra la sesta e la settima legislatura (il 1 maggio 1976 vennero sciolte le Camere, le elezioni si tennero il 20 maggio ed il nuovo Parlamento si insedio' il 5 luglio) fu gestito dal quinto governo Moro (12 febbraio 1976-29 luglio 1976), che si era dimesso il 30 aprile precedente, prima che, nel corso del dibattito parlamentare, si giungesse ad un voto di sfiducia. Il Presidente della Repubblica sciolse subito le Camere. (segue)

(Red/Pn/Adnkronos)