LEGA: NEGRI - MANDATO VIA DA BOSSI
LEGA: NEGRI - MANDATO VIA DA BOSSI
SE ELEZIONI BAGNO DI SANGUE

Milano, 10 gen. (Adnkronos) - ''La decisione di sfiduciarmi viene da Bossi, ma noi Maroniani rimaniamo nella Lega e lotteremo fino al Congresso, dove ci saranno due linee e due candidati alla segreteria. Rimaniano contro le elezioni e contro il 'ribaltone', certo se si votasse per la Lega sarebbe un bagno di sangue, sarebbe difficile superare il 4 per cento della quota proporzionale''. Lo ha affermato Luigi Negri, 'numero due' dei dissidenti leghisti, che ieri sera e' stato sfiduciato dalla carica di segretario della Lega Lombarda.

Negri ha fornito anche i numeri della situazione del gruppo parlamentare leghista: ''nessuno sa chi abbia la maggioranza, infatti 30 deputati hanno firmato con Maroni, 26 sono usciti dal Carroccio, e quasi tutti sono indecisi. Anche oggi mi hanno telefonato due parlamentari che stanno per abbandonare la Lega, io li invito a non farlo, ma e' sempre piu' difficile. Io -ha ribadito Negri- la mia battaglia la faccio da dentro il movimento''.

''Il sintomo di come sia cambiata la Lega -ha proseguito Negri- e che il consiglio di ieri, dopo avermi sfiduciato, ha manifestato la propria solidarieta' ai leghisti che in Regione si sono resi responsabili di un pessimo esempio di lottizzazione e spartizione. Noi siamo entrati in politica pr combattere la lottizzazione, non per farla''. (segue)

(Dra/Gs/Adnkronos)