MAGISTRATURA: CASELLI E VIGNA AL CSM SU ISPETTORI MINISTERO
MAGISTRATURA: CASELLI E VIGNA AL CSM SU ISPETTORI MINISTERO

Roma 10 gen -(Adnkronos)- Cala la tensione tra le procure e gli ispettori del Ministero di Grazia e Giustizia. Oggi pomeriggio, nel corso di due audizioni davanti alla Commissione Riforma del Consiglio Superiore della Magistratura, sia il Procuratore della Repubblica di Palermo, Giancarlo Caselli, che quello di Firenze, Pierluigi Vigna, hanno definito sostanzialmente ''corrette'' le ispezioni che hanno subito nei rispettivi uffici.

In particolare Caselli, recentemente protagonista di una polemica con gli ispettori di Biondi, ha parlato delle due ispezioni amministrative avviate dal Ministero di Grazia e Giustizia sugli uffici giudiziari palermitani. Caselli ha chiarito che tra i magistrati palermitani e gli ispettori giunti da Roma ''vi e' stata collaborazione''. Secondo Caselli gli ispettori si sono comportati ''correttamente'', anche se ci sono state alcune situazioni specifiche che necessitano di ulteriori chiarimenti.

Molto piu' breve (si e' protratta per circa tre quarti d'ora) l'audizione del Procuratore della Repubblica di Firenza, Pierluigi Vigna. Il quale ha chiarito che il suo ufficio non ha mai avuto contrasti con la Procura di Milano per la indagine sull'Autoparco milanese ne' ha avuto problemi per l'ispezione ordinata dal Ministero a Firenze. Nei prossimi giorni la Commissione presieduta dal professor Fois decidera' se e quando sentire i sostituti procuratori milanesi che fanno parte del pool 'mani pulite', dopo aver gia' ascoltato il capo dell'ufficio, Francesco Saverio Borrelli.

(Rao/Zn/Adnkronos)