RAI: USIGRAI - CDA NON VADA OLTRE ORDINARIA AMMINISTRAZIONE
RAI: USIGRAI - CDA NON VADA OLTRE ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

Roma, 10 gen. -(Adnkronos)- Il Cda Rai deve limitarsi alla gestione ordinaria. Lo afferma in una nota l'Usigrai il sindacato dei giornalisti Rai, secondo il quale ''non e' pensabile'' che il vertice del servizio pubblico ''sia legittimato ad assumere alcun provvedimento che vada oltre l'ordinaria amministrazione'' perche' si tratta di un vertice ''sfiduciato e incompleto''.

L'Usigrai definisce poi ''apertamente illegali, oltre che insultanti, le ipotesi secondo le quali un nuovo direttore generale, all'atto stesso della sua nomina, firmerebbe nuovi provvedimenti gia' decisi da qualcun altro in suo nome e per suo conto'', mentre ci sono ''decisioni che l'azienda aveva gia' ratificato, come lo 'scongelamento' delle nomine giornalistiche pretestuosamente bloccate per mesi, che ancora non sono diventate operative''.

Secondo l'Usigrai, comunque, ''non riguardano soltanto i dipendenti Rai le scelte che si appresterebbe a compiere il Consiglio di amministrazione dell'azienda'' perche' ''l'assetto del servizio pubblico radiotelevisivo e' parte essenziale della questione democratica'' e della ''necessita' di un rispetto sostanziale della parita' di condizioni''. A questo proposito, ''i giornalisti Rai -conclude la nota- auspicano che entri al piu' presto nella fase decisionale la Commissione varata dalla Camera'' per studiare le modifiche all'assetto dell'intero sistema radiotelevisivo.

(Red/Pn/Adnkronos)