CARABINIERI: FEDERICI, 'NO AD ALTRE STRUTTURE COORDINAMENTO' (2)
CARABINIERI: FEDERICI, 'NO AD ALTRE STRUTTURE COORDINAMENTO' (2)

(Adnkronos) - Non a caso la bozza di legge organica per i Carabinieri, della quale lo stesso comando generale si e' fatto promotore, riconosce l'autonomia funzionale dell'Arma e ribadisce il concetto della doppia dipendenza, dal ministro della Difesa per reclutamento, ordinamento e compiti militari e dal ministro dell'Interno per l'ordine e la sicurezza pubblica. Tra le innovazioni del progetto, la possibilita' di accesso degli ufficiali Carabinieri al grado di generale di corpo d'Armata e la facolta' per questi ultimi di concorrere con i pari grado dell'Esercito alla carica di comandante generale dei Carabinieri.

Il gen. Federici ha ricordato gli ''impegni complementari'' a carico dell'Arma che finiscono per assorbire notevoli risorse di uomini e mezzi. ''I Carabinieri - ha osservato - impegnano al momento oltre 2000 unita' al giorno nei servizi di scorta, tutela e vigilanza fissa a personalita'''. Di qui la necessita' di valutare caso per caso, ''per discriminare talune richieste dettate piu' dal desiderio di ostentare uno status symbol che motivate da reali situazioni di pericolo''. I servizi di traduzione dei detenuti, poi, ''assorbono quotidianamente circa 2600 uomini, riducendo sensibilmente l'operativita' dei reparti''.

Per quanto riguarda il Consiglio Centrale di Rappresentanza, ''il riconoscimento del ruolo negoziale nel settore del trattamento economico e per le materie che riguardano il benessere del personale'', consentira' a governo e Parlamento ''di disporre di elementi di valutazione piu' equilibrati e completi sulle istanze dell'intero comparto delle forze dell'Ordine''. (segue)

(Mac/Bb/Adnkronos)