MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI
MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI

Milano, 18 gen. (Adnkronos) - Attese deluse per il futuro del processo Cerciello. La Suprema Corte non ha deciso se riportare il procedimento a Milano o lasciarlo a Brescia dove l'aveva ''ordinato'', a novembre, la prima sezione penale della Cassazione. Una sentenza in merito sara' emessa solo a meta' del mese prossimo dopo che i giudici valuteranno, unificandole, le richieste di revoca della prima ordinanza presentate sia da Milano che da Brescia e, insieme, la nuova istanza presentata per allontanare dal caopoluogo lombardo un altro ''spezzone'' dell'inchiesta sulla Guardia di Finanza, quella presentata dai difensori del tenente colonnello Vincenzo Tripodi, cosi' come fece l'avv. Taormina a favore di Cerciello.

Lo slittamento, strettamente tecnico, rischia pero' ora di allungare i tempi della giustizia. Per il 6 febbraio prossimo, infatti, e' stata fissata, a Brescia, la prima udienza per il processo contro l'alto ufficiale delle Fiamme Gialle. E non e' difficile ipotizzare, a questo punto, che il procedimento verra' fatto ulteriormente slittare per evitare un nuovo spostamento di sede a dibattimento iniziato. (segue)

(Cri/Gs/Adnkronos)