SCUOLA: I COBAS DANNO IL ''BENVENUTO'' A LOMBARDI
SCUOLA: I COBAS DANNO IL ''BENVENUTO'' A LOMBARDI
SCIOPERO GENERALE IL 27 E BLOCCO DEGLI SCRUTINI

Roma, 18 gen. (Adnkronos)- Sciopero generale il 27 gennaio e blocco degli scrutini per il primo quadrimestre: e' questo il ''benvenuto'' che l'Unicobas Scuola da' a Giancarlo Lombardi, neo ministro della Pubblica Istruzione.

La federazione sindacale dei comitati di base ha indetto inoltre una manifestazione di protesta, in coincidenza con lo sciopero del 27, da tenersi davanti alla sede dell'Aran, l'Agenzia per il pubblico impiego fino a ieri guidata da Tiziano Treu, a sua volta nominato Ministro del Lavoro per il Governo Dini. Motivo della protesta, il rinnovo del contratto nazionale per la scuola: dopo quattro anni di 'vacanza contrattuale', spiegano i Cobas, le ipotesi oggetto di contrattazione sono tutt'altro che accettabili, sia sul piano salariale che normativo. Da bocciare, secondo i Cobas, anche l'introduzione di 'sponsor' privati per le scuole, l'introduzione del preside manager e l'aumento del numero di alunni per le singole classi.

Al termine della riunione dell'Esecutivo ( che si e' svolta questa mattina a Roma) i sindacati autonomi della scuola hanno quindi deciso di procedere al blocco degli scrutini (non verranno compilate, cioe',le schede di valutazione per gli studenti) dal 7 all'11 febbraio, nelle scuole medie, superiori ed elementari. I Cobas si ''riservano'' inoltre di proseguire a oltranza il blocco, ''qualora la situazione lo rendesse necessario''.

(Red/As/Adnkronos)