MERCATI LOCALI: BERLANDA - POSSIBILE CONFLITTO INTERESSI BANCHE
MERCATI LOCALI: BERLANDA - POSSIBILE CONFLITTO INTERESSI BANCHE

Roma, 30 gen. - (Adnkronos) - Per lo sviluppo di un mercato del capitale di rischio per le piccole e medie imprese ''e' fondamentale'' la responsabilita' del sistema bancario, sia ''perche' i canali di intermediazione del settore privato sono ancora essenzialmente bancari, sia perche' sono le banche ad avere accumulato nel tempo solidi rapporti con la clientela''. Cosi' il presidente della Consob, Enzo Berlanda, interviene sui mercati locali al convegno su ''Capitale di rischio per le piccole e medie imprese'' organizzzato dalla Banca popolare di Bergamo- Credito Varesino.

Tradizionalmente, spiega Berlanda, il ruolo degli intermediari e' quello di sostegno nella fase di emissione e di negoziatore nelle varie possibili forme tecniche. Sorge tuttavia ''un possibile conflitto di interessi'' perche' le banche ''saranno anche emittenti, di azioni e di obbligazioni per le loro esigenze di ricapitalizzazione e per sfruttare le opportunita' del modello bancario universale''.

Per le imprese, il ricorso ai mercati di capitali implica l'accettazione di alcuni principi profondamente nuovi, con l'apertura dell'assetto proprietario ed il conseguente dovere di trasparenza. ''L'ampliamento, o meglio la costruzione, di un mercato del capitale di rischio per le piccole e medie imprese -spiega il presidente della Consob- comporta necessariamente anche la progressiva modificazione dei modelli proprietari ed in particolare l'abbandono del controllo rigidamente familiare adottato''. (segue)

(Red/Gs/Adnkronos)