PENSIONI: FONTANELLI (UIL) - OCCORRONO PIU' CERTEZZE
PENSIONI: FONTANELLI (UIL) - OCCORRONO PIU' CERTEZZE

Roma, 30 gen. (Adnkronos)- Il balletto delle notizie e delle dichiarazioni, rettificate, smentite, poi riconfermate sulla previdenza complementare produce solo timori, incertezze e confusione. E' quanto dichiara Giancarlo Fontanelli, segretario confederale Uil.

La previdenza complementare e' uno strumento fondamentale per favorire lo sviluppo economico del Paese ed il sistema previdenziale, nonche' per introdurre elementi utili all'avvio della democrazia e della partecipazione dei lavoratori alla vita delle imprese.

Occorrono -dice Fontanelli - piu' certezze ed una chiara visione senza demagogie ne' strumentalizzazioni dannose.

Gia' da tempo esistono norme chiare per dare avvio ai fondi pensione, che prevedono come utilizzare l'indennita' di fine servizio, i gestori e gli amministratori''. Secondo Fontanelli, la legge ''va solo modificata negli aspetti fiscali per agevolare l'introduzione della previdenza complementare in un sistema misto di trattamenti pensionistici pubblici e privati''.

Ad oggi nessun governo ha avuto il buon senso di apportare correttivi da tutti indistintamente auspicati e rimasti inattuati. nESSUNO _CONCLUDE Fontanelli - puo' pensare di sostituire la previdenza obbligatoria con le pensioni integrative, che rimangono comunque uno strumento complementare ed aggiuntivo, soggetto sempre alla libera contrattazione fra le parti.

(Com/Bb/Adnkronos)