BOLLO AUTO: SI PAGA DA DOMANI (2)
BOLLO AUTO: SI PAGA DA DOMANI (2)

(Adnkronos) - La tassa automobilistica va pagata facendo riferimento alle tariffe indicate per la regioni in cui si e' residenti anche se la targa del veicolo indica una provincia di altra regione. Gli importi corrispondenti alla potenza fiscale del veicolo, alal regione e all'eventuale possesso dell'autoradio vanno arrotondati alle 100 lire superiori. Coloro i quali, non essendo in possesso del libretto fiscale, effettueranno il pagamento presso le delegazioni Aci -che a nessun titolo esigono alcuna somma per l'operazione di riscossione- e' opportuno che esibiscano una fotocopia della carta di circolazione affinche' vengano esattamente forniti il numero di targa e i cavalli fiscali del veicolo.

Il pagamento delle tasse automobilistiche oltre il 28 febbraio comportera' una penale del 10 per cento se il versamento viene effettuato entro il 31 marzo, del 20 per cento se si paga entro il 30 aprile, del 100 per cento a partire da maggio in poi. La penale si applica sia sugli importi del ''bollo'' e sia sulla soprattassa diesel o sulla tassa speciale gpl e metano.

L'Aci ricorda inoltre ch ela ricevuta del pagamento del ''bollo'' va esposta per tutto il periodo cui il pagamento si riferisce e, scaduto il termine, conservata per i tre anni successivi a quello per il quale il versamento e' stato effettuato. Infine, l'Aci fa presente che, nell'ipotesi che prima del 2 gennaio si sia venduta o demolita l'auto, o questa sia stata rubata o sequestrata su disposizione dell'autorita' giudiziaria o amministrativa, oppure sia stata esportata all'estero o consegnata a un concessionaria per rivendita, l'interruzione dell'obbligo al pagamento del ''bollo'' in scadenza al 31 dicembre 1994 non e' automatica: avviene solo dopo la necessaria comunicazione al pra del verificarsi di uno di quegli eventi entro la predetta data.

(Dis/Gs/Adnkronos)