CALCIO: GASPARRI - LE SOCIETA' ISOLINO I VIOLENTI (2)
CALCIO: GASPARRI - LE SOCIETA' ISOLINO I VIOLENTI (2)

(Adnkronos) - Secondo Gasparri, inoltre, ''le societa' dovrebbero anche convincere alcune frange del tifo a non esporre certi striscioni o certi simboli che da soli possono generare o provocare violenza''. L'ex numero due del Viminale non e' invece d'accordo con le proposte di vietare le trasferte ai tifosi:''Come si fa a controllare tutti i tifosi di uno stadio? Certo, in teoria si potrebbe impedire a gruppi organizzati di tifosi di entrare in uno stadio, ma se delle persone che tifano per una squadra si organizzano privatamente e vanno in trasferta senza alcuna sciarpa o alcun simbolo della loro squadra, come si fa a capire per chi tifano?''.

Gasparri e' quindi tornato a criticare la decisione di sospendere la partita Genoa-Milan:''Dal punto di vista della sicurezza degli spettatori- ha detto- la sospensione a mio avviso e' stata una decisione pericolosa. E' naturale che sarebbe stata una partita falsata da quello che era successo, ma avrebbe aiutato le forze dell'ordine a isolare i gruppi piu' violenti e magari ad evitare anche gli incidenti che invece poi sono scoppiati''.

(Rao/As/Adnkronos)