STRAGI: DI PIETRO SI OCCUPERA' DELLE INDAGINI PIU' SCOTTANTI (2)
STRAGI: DI PIETRO SI OCCUPERA' DELLE INDAGINI PIU' SCOTTANTI (2)

(Adnkronos) - Pellegrino ha precisato che ''dal momento che la Commissione ha lo stesso potere dell'autorita' giudiziaria, quella di Di Pietro sara' un'attivita' investigativa a tutti gli effetti. Mi auguro che il Csm possa accogliere la richiesta del magistrato e collocarlo fuori ruolo. L'unico problema e' costituito dalla brevita' del tempo che Di Pietro avra' a disposizione: come sapete, i poteri della Commissione, almeno che il Parlamento non li rinnovi, scadranno il 30 dicembre 1995. Devo confessare che in passato in qualche occasione ero stato critico nei confronti del pool di Milano, ma la immediata ed entusiastica adesione di Di Pietro alla mia richiesta mi ha confortato''.

Quanto alle indagini sulla banda della Uno bianca, Pellegrino ha detto: ''dalle audizioni che fino ad ora abbiamo disposto emerge un quadro della questura di Bologna assai desolante. Un ambiente di violenza e di inefficienza che sconcerta. Non so se nel prosieguo delle nostre audizioni potra' emergere un collegamento della banda Savi con disegni eversivi piu' grandi. E' pero' un fatto oggettivo che per le modalita' di esecuzione dei delitti, per le vittime scelte e per il fatto che le azioni venissero firmate, compiendole sempre con le stesse armi e con le stesse automobili, siamo di fronte ad un fenomeno di terrorismo''.

(Rao/Zn/Adnkronos)