KRAJINA: RITIRO CASCHI BLU, LA PAURA DEI CROATI
KRAJINA: RITIRO CASCHI BLU, LA PAURA DEI CROATI

Zagabria, 7 feb. -(Adnkronos/Shn)- A temere forse piu' di tutti la partenza dei caschi blu dalla Croazia sono i croati. Le poche centinaia di croati, tutti anziani, che ancora vivono nelle zone della Repubblica sotto controllo serbo, e che resistono solo grazie alla presenza del contingente di soldati canadesi in forza alla missione di pace dell'Onu. Ora che questa sembra costretta a dover lasciare quelle zone, la piccolissima minoranza croata chiede a viva voce di poter essere portata fuori, perche' teme di essere sterminata.

''Se i canadesi se ne andranno, verremo tutti uccisi'', spiega Bozo Cacic, 70 anni, scampato - cosi' come un'altra quindicina di anziani che come lui vivono a Donje Bruska, nella Krajina - alla pulizia etnica serba durante la guerra di indipendenza della Croazia dall'allora federazione jugoslava. ''Se loro partono'', dice un altro anziano, che vive a Rodaljice, ''ci devono portare con loro''. (segue)

(Cin/Pn/Adnkronos)