XENOFOBIA: ZINGARI, STORIA DI PERSECUZIONE (3)
XENOFOBIA: ZINGARI, STORIA DI PERSECUZIONE (3)

(Adnkronos) - Nell'epoca immediatamente precedente all''Anschluss'' (annessione dell'Austria alla Germania) decretato da Hitler, risiedono in Austria circa 11.000 gitani. Bollati dal regime nazional-socialista come esseri inferiori, nel 1938 inizia il calvario della popolazione gitana austriaca, gran parte della quale finisce nei campi di concentramento e di lavoro forzato. Meno della meta' riuscira' a sopravvivere al periodo della Seconda guerra mondiale. In tutta Europa piu' di mezzo milione di gitani perde la vita per mano dei nazisti.

Nel 1945-46 i sopravvissuti tornano alle loro case, ma non cessa la discriminazione nei loro confronti: nel 1948 la direzione di polizia decreta l'espulsione di tutti i gitani ''stranieri e apolidi''. solo alla fine del 1993 ai gitani viene riconosciuta per legge l'appartenenza ad uno specifico gruppo etnico. Attualmente i gitani residenti in Austria sono circa 10.000.

(Nsp/Pe/Adnkronos)