I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Il Presidente della Corte Costituzionale Antonio Baldassarre ha nominato vicepresidente della stessa Corte il Giudice Costituzionale Vicenzo Caianiello. Nato ad Aversa il 2 ottobre del 1932 e laureato in giurisprudenza all' Universita' di Napoli nel 1954, ha svolto funzioni presso tutte le magistrature, entrando in ciascuna di esse per concorso: nella magistratura ordinaria, alla Corte dei Conti, al Consiglio di Stato, dove nel 1973 e' stato nominato presidente di sezione.

Roma. Nel corso del '94 i prezzi alla produzione dei prodotti industriali e i prezzi praticati dai grossisti sono cresciuti in media del 3,8 per cento. A determinare la crescita della produzione industriale ha contribuito in particolare l'andamento del mese di dicembre che ha registrato un incremento tendenziale del 5,4 per cento e rispetto al mese precedente dello 0,6 per cento. Sempre per quanto riguarda la produzione industriale gli incrementi piu' marcati si registrano per i minerali e metalli ferrosi e non ferrosi (piu' 14,7 per cento rispeto al '93 e piu' 2,3 per cento rispetto a novembre '94), per i prodotti chimici e farmaceutici (piu' 11,3 per cento e piu' 1,4 per cento) e per carta, editoria, gomma e plastica (piu' 7 per cento e piu' 0,7 per cento). Tutti gli altri settori si sono collocati al di sotto dei valori medi.

Roma. L'indice dei prezzi alla produzione in Italia ha segnato nel dicembre 1994 un livello superiore del 5,4 per cento rispetto a quello del dicembre 1993. Si tratta dell'aumento tendenziale annuo piu' elevato dal dicembre 1989. Rispetto al '93, i prezzi sono saliti del 3,8 per cento. I dati sono stati diffusi dall'Istat. Gli indici dei prezzi, precisa l'Istat, segnano variazioni differenziate: le piu' elevate riguardano i beni intermedi.

Milano. Nuovo intervento della Banca d'Italia a sostegno della lira, dopo che questa aveva superato quota 1.160 nei confronti del marco. La nostra moneta, che ha aperto stamane le contrattazioni a 1.125 lire per un marco, viene scambiata ora intorno alle 1.150. L'inarrestabile marcia del marco travolge anche le altre valute europee e il dollaro. La moneta statunitense, che ha aperto le contrattazioni a quota 1.640 viene scambiata intorno alle 1.677. Anche la Borsa valori di Milano ha aperto la seduta di stamane in ribasso. In perdita tutti i principali titoli. (segue)

(Dis/Pn/Adnkronos)