CINA: STAMPA ATTACCA GLI USA PER I DIRITTI UMANI (2)
CINA: STAMPA ATTACCA GLI USA PER I DIRITTI UMANI (2)

(Adnkronos/Dpa) - Dall'altra parte anche i giornali americani sono stati altrettanto attenti a non dare l'impressione che Pechino abbia perso la guerra commerciale piegandosi alla volonta' di Washington. Il vice rappresentante commerciale americano, la signora Charlene Barshefsky, firmataria dell'accordo, ha dichiarato che durante i colloqui ambo le parti hanno premuto per i loro interessi nazionali. Barshefsky ha precisato che Washington all'inizio aveva dubitato della volonta' politica di Pechino, ma le recenti, pesanti, azioni delle autorita' cinesi contro la produzine di merce pirata e la stessa firma dell'accordo, hanno dimostrato che Pechino e' realmente determinata a combattere la pirateria.

Il ministro per il Commercio estero cinese Wu Yi, dal canto suo, ha definito l'accordo un ''punto di svolta'' nelle relazioni tra i due paesi e una base per lavorare sull'ingresso della Cina al Wto. I colloqui in tal senso si sono interrotti lo scorso dicembre, ma il rapresentante del commercio statunitense Mickey Kantor ha dichiarato che l'accordo di domenica e' un buon inizio per rimuovere e risolvere quei problemi che ostacolano l'ammissione della Cina nel Wto: ''Ha creato un'atmosfera migliore'' ha detto Kantor. (segue)

(Giz/Zn/Adnkronos)