I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. Numerosi civili sono rimasti uccisi e feriti nell'enclave musulmana di Bihac, nella Bosnia occidentale, in seguito ad un'offensiva serba. L'enclave ha subito durante la notte un duro attacco da parte dell'artiglieria serba. Il fuoco e' stato concentrato su alcuni distretti centrali. In particolare sono stati colpiti i villaggi di Buzim e Cazin. Intanto, continuano anche gli scontri tra la fanteria serba e le unita' dell'esercito bosniaco su tutte le linee del fronte dell'enclave di Bihac.

Beirut. L'Esercito del Libano meridionale (Sla), la milizia filoisraeliana che opera nella fascia di sicurezza autoproclamata da Israele nel sud del Libano nel 1985, ha rilasciato, per il Ramadan, cinque prigionieri detenuti nel carcere di Khiyam. Lo Sla dovrebbe liberare altri 27 detenuti per l'Eid al Fitr, che segna la fine del mese di digiuno prescritto dal Corano.

Ankara. Altre quattordici persone sono rimaste uccise durante l'offensiva portata ieri dall'esercito turco contro i separatisti del Partito dei lavoratori curdi (Pkk). Nei feroci scontri a Bitlis, nel sudest del Paese, sono stati uccisi 12 guerriglieri e due soldati. Stando alle stime, sono oltre 14mila le persone che hanno perso la vita dal 1984, anno in cui il Pkk ha lanciato la sua campagna per la creazione di uno stato curdo autonomo nella Turchia sudorientale. (segue)

(Dis/Pn/Adnkronos)