CANCRO: VINCERE LA 'DIFESA' CELLULARE, LA NUOVA TERAPIA (2)
CANCRO: VINCERE LA 'DIFESA' CELLULARE, LA NUOVA TERAPIA (2)
TERAPIE GENICHE E BIOLOGICHE

(Adnkronos) - ''Di prospettive ce ne sono comunque altre in cantiere - aggiunge Cittadini - basta pensare alla terapia 'genica' che consiste nella sostituzione, modificazione o inserimento di frammenti di Dna, di geni, che possono in qualche maniera ricondurre sotto controllo la proliferazione cellulare tumorale. E' essenzialmente a livello sperimentale sugli animali, dove ha dato risultati promettenti, mentre sull'uomo vi e' molto poco. Viene sperimentata sui tumori dell'apparato emolinfopoietico, sugli epiteliali, mentre e' poco valida nei tumori solidi''.

''Le terapie biologiche rappresentano la vera speranza della lotta al cancro - prosegue l'oncologo - si basano sul potenziamento delle naturali risposte dell'organismo, del sistema immunitario, delle cellule che normalmente difendono l'integrita' dell'organismo. Esistono alcune linee di ricerche nelle quali ci stiamo inserendo anche noi, dell'eventuale produzione di vaccini, o meglio, sostanze che rassomigliano ai vaccini, con principi piu' complicati perche' coinvolgono l'attivita' delle cellule del sistema immune. Cosi' come la somministrazione di cellule prelevate dallo stesso portatore del tumore''.

''Questa terapia - secondo Cittadini - dara' risultati anche sui tumori solidi: colon-retto, mammella, polmone. Per il melanoma, vaccini aspecifici per potenziamento dell'attivita' immune sono da tempo in applicazione. Tutti sperano nel potenziamento delle difese naturali, dell'immunita, perche' il problema principale e' capire perche' il tumore si sgancia dai normali meccanismi di controllo dell'organismo e addirittura gli vada contro, lo aggredisca''. (segue)

(Ria/Pe/Adnkronos)