CANCRO: VINCERE LA 'DIFESA' CELLULARE, LA NUOVA TERAPIA
CANCRO: VINCERE LA 'DIFESA' CELLULARE, LA NUOVA TERAPIA

Roma, 28 feb.(Adnkronos) - Vincere la ''naturale difesa'' verso i farmaci chemioterapici delle cellule tumorali. Questo l'obiettivo della ricerca italiana ed internazionale per sconfiggere il cancro, insieme alla realizzazione della terapia genica e biologica. A fare il punto sulla lotta contro il male del secolo e' il professor Achille Cittadini, direttore del Centro di ricerche oncologiche Giovanni 23/mo dell'universita' Cattolica del Sacro Cuore che in un'intervista all'Adnkronos traccia un panorama delle nuove terapie.

''Stiamo lavorando per superare la chemioresistenza che si sviluppa alcune volte nelle cellule tumorali - spiega Cittadini - e per cui queste diventano resistenti a dei farmaci ai quali prima erano sensibili. Questo avviene perche' si seleziona una particolare attivita' che posseggono tutte le cellule, anche quelle normali, di pompare all'esterno della membrana, di mandare via, tutte le sostanze tossiche quindi anche i farmaci che usiamo nella terapia del cancro. Se le cellule 'pompano' fuori i farmaci, evidentemente l'effetto non c'e' piu' e potenziandosi questa attivita' la cellula diventa chemioresistente, cioe' non viene piu' uccisa quella che doveva essere aggredita''.

''C'e' la possibilita' - dice Cittadini - attraverso l'uso di una glicoproteina, la Gp170, di trovare delle sostanze per fare in modo che questa pompa venga inibita e quindi di rendere di nuovo sensibili le cellule tumorali o di renderle piu' sensibili all'effetto dei chemioterapici, per esempio diminuendo la dose''. (segue)

(Ria/Pe/Adnkronos)