CARNEVALE: COPRIFUOCO PER SCHERZO
CARNEVALE: COPRIFUOCO PER SCHERZO

Venezia, 28 feb. (Adnkronos) - ''Coprifuoco a Carpenedo'', nel veneziano. Tutti a casa dopo le ore 21 per non essere impallinati dai cacciatori chiamati dal parroco per sparare ai colombi che assediano la chiesa di Carpenedo. Una notizia tanto sorprendente da sembrare vera. Ma si tratta solo di uno scherzo di carnevale giocato dai soliti burluoni che hanno aggiunto ad ognuna delle 2.400 copie di ''lettera aperta'', il settimanle parrocchiale, un foglio zeppo di notizie inventate. Assurde e divertenti come quella appunto del coprifuoco a causa dei piccioni.

Scherzi a parte, pero', quello dei piccioni e' un problema serio per don Armando Trevisiol che ha ricevuto un preventivo da una ditta per installare un sistema di dissuasione per i colombi: 70 milioni, una cifra troppo alta per le casse della parrocchia. E cosi', per eliminare i piccioni il parroco ha chiesto l'intervento del comune e l'introduzione della ''pillola'' per i colombi''.

(Red/As/Adnkronos)