PSICOLOGIA: ALLARME - NON PUO' GIUSTIFICARE EFFERATEZZE
PSICOLOGIA: ALLARME - NON PUO' GIUSTIFICARE EFFERATEZZE

Roma, 28 feb. -(Adnkronos)- Grido d'allarme di una studiosa contro i danni che una certa concezione della psicologia sta provocando nella vita collettiva: il suo uso distorto rischia infatti di giustificare ogni sorta di devianza sociale o efferatezza. Chi ruba e' un ladro? Chi uccide e' un assassino? Esistono sul serio i criminali, i violenti, gli aggressori? No -sostiene una vasta corrente di pensiero che si basa su una interpretazione deterministica della psicologica- e' tutta colpa della natura umana, dell'educazione, della societa'.

Contro questa idea sempre piu' diffusa dell'irresponsabilita' dell'azione umana, si schiera Silvia Bonino, professoressa di psicologia dell'eta' evolutiva all'universita' di Torino, autrice di un saggio destinato a far discutere il mondo scientifico ed accademico pubblicato sul nuovo numero della rivista ''Psicologia contemporanea''.

La visione dell'uomo che sempre piu' spesso ci viene fornita dai mezzi di comunicazione -afferma Bonino- e' quella di un essere passivo, completamente alla merce' di fattori biologici o ambientali, fattori che sfuggono interamente al suo controllo. Da qui la messa in guardia: ''Ci stiamo abituando a giustificare, con un uso distorto della psicologia, ogni sorta di efferatezze. Tutto puo' essere ormai spiegato senza mai chiamare in causa la nozione di responsabilita' individuale''. (segue)

(Pam/Pn/Adnkronos)