RUMORE: INDAGINE ISPESL - TRASPORTO PUBBLICO PRIMA FONTE
RUMORE: INDAGINE ISPESL - TRASPORTO PUBBLICO PRIMA FONTE

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - I mezzi di trasporto pubblico costituiscono la principale causa di rumore per chi vive in citta'. Lo riferisce un'indagine condotta dall'Ispesl sul rumore da traffico nella citta' di Pescara pubblicata sull'ultimo numero di ''Fogli d'informazione Ispesl''.

I mezzi pesanti, e tra questi i mezzi di trasporto pubblico -dice il rapporto- sono i piu' rumorosi sia per il tipo di motore di cui sono dotati, sia per il servizio cui sono destinati che comporta inevitabilmente frequenti fermate, quindi accelerazioni, frenate e marce basse. Nella graduatoria di rumorosita' seguono quei motocicli (di tutte le cilindrate) che evidentemente, per scarsa manutenzione o per deliberata manomissione dei dispositivi silenziatori, non sono in regola con le stesse norme del codice della strada.

Un buon contributo all'innalzamento dei livelli di rumore lo forniscono poi le autovetture di vecchia costruzione, mentre i modelli piu' recenti risultano di gran lunga piu' silenziosi. Per quanto riguarda i veicoli privati un gran peso nell'inquinamento acustico lo acquista il comportamento dei conducenti; la tabella dei livelli massimi presenta infatti valori assai elevati in quelle circostanze (strade larghe o traffico piu' scarso) nelle quali e' possibile spingere con decisione sull'acceleratore.

Una considerazione finale, l'Ispesl fa sul ruolo che gioca in molte azioni quotidiane dei singoli cittadini la ''cultura del rumore'', consistente spesso nell'ostentazione e nel desiderio di attrarre l'attenzione degli altri oppure, piu' semplicemente, nell'ignoranza degli altrui diritti.

(Ria/Gs/Adnkronos)