SANITA': REITERATO DECRETO PER FARMACI E VACCINAZIONI (2)
SANITA': REITERATO DECRETO PER FARMACI E VACCINAZIONI (2)
PRESTAZIONI A TARIFFA

(Adnkronos) - Per quanto riguarda i farmacisti, il decreto prevede la non applicazione della sanzione amministrativa da 150 mila a 900 mila in caso di vendita di medicinali senza la prescritta ricetta medica obbligatoria nell'ipotesi in cui il medicinale sia stato dispensato in casi di necessita', di urgenza e di impossibilita' di reperire un medico e a condizione che sia presentata la ricetta medica entro 48 ore.

Secondo l'art.7 a decorrere dal 1 giugno prossimo sono istituiti corsi di formazione in materia di organizzazione e gestione dei servizi per dirigenti amministrativi e sanitari del Ssn. Il programma formativo e l'organizzazione dei corsi sono oggetto di specifiche convenzioni da stipulare entro il 30 aprile 1995 tra il ministero della Sanita', la Scuola superiore della pubblica amministrazione, l'Agenzia per i servizi sanitari regionali, le istituzioni universitarie o idonee istituzioni private.

All'art. 9 si conferma che a decorrere dal 1 gennaio 1995, le prestazioni di assistenza ospedaliera erogate nell'ambito del Ssn sono remunerate sulla base di tariffe predeterminate dalle regioni e dalle province autonome. Le tariffe rappresentano il livello massimo da corrispondere ai soggetti erogatori entro il quale le regioni e le province autonome possono stabilire con propria determinazione ed attraverso la negoziazione dei servizi e delle prestazioni, le corrispettive tariffe a fronte delle singole prestazioni rese agli assistiti. L'aggiornamento delle tariffe e' almeno triennale.

(Ria/Gs/Adnkronos)