SANITA': REITERATO DECRETO PER FARMACI E VACCINAZIONI
SANITA': REITERATO DECRETO PER FARMACI E VACCINAZIONI

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - Il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro della Sanita' ha approvato ieri il decreto-legge in materia di assistenza farmaceutica e di sanita' che, reiterando il decreto 722/94, emana disposizioni in tema di distribuzione gratuita di farmaci in casi di necessita' e di indennizzo da trasfusioni infette.

Qualora un assistito del Ssn abbia assoluta necessita', in ragione della particolare patologia cronica o di lunga durata della quale soffre, di essere trattato con medicinali non a carico dello Stato - dice il decreto - la Usl competente provvede alla dispensazione gratuita dei medicinali purche' l'assoluta necessita' del trattamento sia stata riconosciuta dalla stessa Usl, in conformita' dei criteri che saranno a tal fine adottati dalla Commissione unica del farmaco entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto. La spesa complessiva non puo' superare l'importo massimo di 76 miliardi.

L'art.6 del decreto prevede l'indennizzo per danni da trasfusioni infette e da vaccinazioni, con la corrispondenza di un assegno non reversibile e cumulabile con ogni altro emolumento a qualsiasi titolo percepito. In caso di morte derivata spetta un assegno una tantum nella misura di 50 milioni da erogare ai soggetti nel seguente ordine: coniuge, figli, genitori, fratelli. Qualora la persona sia deceduta in eta' minore l'indennizzo spetta ai genitori o a chi esercita la potesta' parentale. (segue)

(Ria/As/Adnkronos)