TELEFONO ROSA: INCIDENTI A PRESENTAZIONE RICERCA (4)
TELEFONO ROSA: INCIDENTI A PRESENTAZIONE RICERCA (4)
UNA NUOVA VIOLENZA DI TIPO ECONOMICO

(Adnkronos) - Un allarmante fenomeno e' stato segnalato dal vice presidente dell'Associazione, Gabriella Moscatelli:''Per la prima volta -ha detto la dottoressa Moscatelli- sono le donne lavoratrici a salire al primo posto delle vittime della violenza. Una violenza che si traduce non solo in maltrattamenti e stupri ma anche (e la testimonianza di tante impiegate ne e' la cartina di tornasole) anche in reati di tipo economico.

''I piu' comuni: sottrazione di denaro guadagnato dalla donna, 'scippi' di stipendi, non corresponsione degli assegni di mantenimento, ne' per la moglie ne' per i figli. Questa realta', che non emerge da nessun'altra ricerca o nessun altro sondaggio per quanto autorevole, e' raccontata costantemente a Telefono Rosa tanto da costituire un fenomeno di cui occuparsi con urgenza''.

''Altro fenomeno assai preoccupante -ha sottolineato Giuliana Dal Pozzo, presidente di Telefono Rosa- e' lo spostamento del ceto sociale in cui si manifesta maggiormente la violenza. In passato i casi di violenza riguardavano, nella maggioranza dei casi, le classi piu' deboli e si pensava che dipendesse essenzialmente dalla mancanza di cultura. Oggi, invece, abbiamo la triste conferma che il fenomeno non e' legato al livello culturale.

''Nel 1994, infatti, e' stato registrato un innalzamento del titolo di studio dell'autore della violenza: i laureati violenti passano dal 10 per cento del 1993 al 21,7 per cento del 1994 ed i diplomati alle scuole medie superiori passano dal 32,3 per cento del '93 al 40,2 per cento del '94''.(segue)

(Zad/As/Adnkronos)