''AMBIENTE O SVILUPPO?'': UN 'CASO ESEMPLARE' A ROMA
''AMBIENTE O SVILUPPO?'': UN 'CASO ESEMPLARE' A ROMA
I MERCATI GENERALI CANCELLANO LA STORIA

Roma, 1 mar. (Adnkronos)- Un lavoro di anni per 'catalogare' e circoscrivere uno degli scenari paesaggistici, archeologici e agricoli piu' belli della campagna romana -l'antica Tenuta del Cavaliere- non impedira' l'insediamento nel cuore di quest'area dei nuovi Mercati generali di Roma, a meno che il Comune di Roma non decida di sottoporre questo delicato insediamento ad una verifica pubblica con l'intervento di tutti i cittadini interessati.

Il problema e' stato affrontato ieri in una giornata di studio (''Tenuta del Cavaliere: studi e ricerche su una delle tenute agricole piu' antiche della campagna romana'') presso il Museo del Folklore, in piazza S.Egidio, dove il Sindaco Francesco Rutelli e l'Assessore alla Cultura Gianni Borgna avevano inaugurato, domenica scorsa, la mostra ''Una storia nella campagna romana'' che ricostruisce con alcune immagini essenziali la vicenda dell'antica Tenuta.

Alla giornata di studio sono intervenuti Anna Maria Cusano, Maria Luisa Neri, Franca Romano, Alberto Sobrero e Mario Sanfilippo. L'arch. Cusano ha precisato che gli studi per la valorizzazione della Tenuta del Cavaliere erano cominciati prima che in seno alla Giunta Capitolina fosse proposta nell'area l'ubicazioone dei nuovi mercati generali.

Una strana storia, perche' il Comune che coadiuva gli studiosi nel mettere in mostra 'la sacralita' del luoghi' e' anche l'ente locale che si accinge a ubicarvi un mega-mercato. (Segue)

(Pal/As/Adnkronos)