ANTIMAFIA: LA COMMISSIONE IN CALABRIA
ANTIMAFIA: LA COMMISSIONE IN CALABRIA

Catanzaro, 1 mar. -(Adnkronos)- E' giunta in Calabria la commissione parlamentare antimafia. Prima tappa la prefettura di Catanzaro. La commissione, guidata da Tiziana Parenti, ascoltera' i massimi vertici delle istituzioni della provincia di Catanzaro per poi trasferirsi a Crotone e Vibo Valentia. Intanto, continuano le polemiche in seno alla commissione sul ruolo dell'antimafia.

Per Cesare Marini, componente Progressista, la tensione contro la lotta alla criminalita' organizzata si e' allentata, mentre la commissione parlamentare antimafia sta attraversando una fase di difficolta'. Secondo Cesare Marini la spaccatura che si e' determinata ha creato un allentamento dell'azione della commissione antimafia contro la lotta alla criminalita' organizzata. A giudizio dei Progressisti, ha inoltre affermato Marini, il presidente Tiziana Parenti dovrebbe dimettersi per consentire che nella commissione torni la serenita'.

Di parere opposto il giudizio di Renato Meduri di Alleanza nazionale il quale ha esplicitamente dichiarato che ''i Progressisti vorrebbero appropriarsi della commissione antimafia in quanto si sentono proprietari di questo organismo''. Renato Meduri poi ha evidenziato che il presidente della commissione antimafia non e' espressione di una maggioranza partitica o numerica, ma ricopre un incarico istituzionale essendo stata nominata dai due presidenti di Camera e Senato.

(Nsp/Pn/Adnkronos)