CALABRIA: RESTA INCATENATA, NON VUOLE INCONTRARE ANTIMAFIA
CALABRIA: RESTA INCATENATA, NON VUOLE INCONTRARE ANTIMAFIA
DECIMO GIORNO DI PROTESTA PER ANNA MANCINI

Lamezia Terme, 1 mar. (Adnkronos) - ''No, grazie. Resto incatenata. Se la commissione Antimafia vorra' incontrarmi dovra' venire qui a Lamezia''. Anna Mancini, al suo decimo giorno di protesta incatenata ai cancelli del Tribunale di Lamezia Terme, ha seccamente rifiutato l'invito ad incontrare i membri dell'Antimafia che da stamattina sono in visita in Calabria, a Catanzaro.

La protesta di Anna Mancini, moglie di un imprenditore locale, e' cominciata il 20 febbraio, alle sei del mattino. All'origine del suo gesto, anni di ingiustizie subite assieme al marito, Domenico Cantafio, che lavora nel settore delle opere pubbliche: ''Non siamo riusciti ad ottenere quanto ci spettava -ha spiegato motivando il suo gesto plateale- perche' ci siamo rifiutati di gonfiare i prezzi e foraggiare alcune persone con denaro truffato agli enti pubblici''.

(Nsp/Pe/Adnkronos)