EX JUGOSLAVIA: ACCORDO DI COOPERAZIONE MILITARE CON MOSCA
EX JUGOSLAVIA: ACCORDO DI COOPERAZIONE MILITARE CON MOSCA

Vienna, 1 mar. (Adnkronos) - Firmato un accordo di cooperazione in campo militare tra Mosca e Belgrado: concluso ieri tra il ministro della Difesa russo Pavel Graciov e il collega jugoslavo Bulatovic, l'accordo dovrebbe entrare in vigore solo dopo la cessazione delle sanzioni decretate dalle Nazioni Unite contro la Repubblica federale jugoslava (Serbia e Montenegro). Nel commentare questa nuova fase dei rapporti fra i due Paesi Graciov ha affermato che ''la Jugoslavia e' un fattore di pace nel Balcani'' ed ha auspicato una sempre piu' stretta collaborazione con Belgrado, ''alleato tradizionale della Russia''.

Preoccupate le reazioni degli osservatori in alcune capitali europee. Il quotidiano economico francese ''Les Echos'' afferma oggi che ''la Russia sta spingendo sempre piu' in avanti le sue pedine sullo scacchiere della ex Jugoslavia... mentre i Paesi occidentali danno ormai l'impressione di essersi ritirati dalla mischia''. E conclude sostenendo che ''fino a poco tempo fa i russi non si sarebbero nemmeno sognati di poter conquistare un tale livello di influenza nei Balcani''.

A Vienna, la ''Die Presse'' afferma che ''il fatto che il contenuto del trattato venga tenuto segreto e' ulteriore fonte di preoccupazione'' e paragona il clima in cui fioriscono tali accordi riservati a quello precedente alla prima guerra mondiale. E aggiunge: ''Grazie al massiccio appoggio russo e' chiaro che Belgrado, Pale e Knin non hanno piu' alcun interesse a negoziare. E cio' induce a ritenere che la parola passera' ora inesorabilmente alle armi''.

(Nsp/Pe/Adnkronos)