FORZE DELL'ORDINE: UNARMA DENUNCIA IL GOVERNO
FORZE DELL'ORDINE: UNARMA DENUNCIA IL GOVERNO
E RICORRE PER POTERI SINDACALI AI MILITARI

Roma, 1 mar. -(Adnkronos)- Un esposto-denuncia alla procura di Roma contro il governo e' stato presentato questa mattina dall'associazione Unarma, ente di tutela dei diritti dei Carabinieri. La clamorosa iniziativa nasce dalla mancata attuazione di una sentenza, la 277 del 1991, con la quale la Corte Costituzionale ha riconosciuto ai militari dell'Arma lo stesso trattamento economico e funzionale attribuito ai pari grado della Polizia di Stato. Allo stesso tempo Unarma ha fatto ricorso al Consiglio di Stato contro il rigetto da parte del Tar del Lazio di un'istanza con la quale si chiedeva l'autorizzazione a costituire associazioni di carattere sindacale.

In quattro anni la legge-delega che incaricava il governo di emanare un decreto per risolvere una volta per tutte il problema del cosiddetto 'riordino delle carriere' e' stata rinviata per sei volte. Alla procura Unarma chiede di ''accertare e valutare l'esistenza di eventuali ipotesi di reato'' da parte degli esecutivi che si sono succeduti fino ad oggi dal giorno della sentenza della Consulta.

L'iniziativa e' stata spiegata da Ernesto Pallotta e Vincenzo Buonaccorso, rispettivamente segretario generale e segretario nazionale di Unarma, in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte anche Corrado Mannucci, segretario generale aggiunto della Cisnal, Fedele Pampo, deputato di An e alcuni delegati del Cocer (Consiglio Centrale di Rappresentanza) dei Carabinieri. (segue)

(Mac/Pn/Adnkronos)