SERVIZI USA: INEDITI, PIANO ''DEMAGNETIZE'' PER L'ITALIA (3)
SERVIZI USA: INEDITI, PIANO ''DEMAGNETIZE'' PER L'ITALIA (3)
RAFFORZARE PROGRAMMA MILITARE

(Adnkronos) - Cosi nel giugno '52 Raymond Allen, direttore dello Psychological Strategy Board, stabili' di fare dell'Italia un ''test case'', allo scopo di dimostrare materialmente l'effetto e le conseguenze della guerra psicologica. Il piano ''Demagnetize'', il cui nome venne mutato in ''Clydesdale'', passo' dalla fase di elaborazione a quella di pratica attuazione tra il giugno e il luglio '52. Il comitato ''Lenap'' del settembre successivo stabili' che il problema centrale in Italia era ''rompere il controllo comunista sulle organizzazioni sindacali''.

Quali furono le iniziative concrete adottate dal governo italiano e da quello americano per attuare il piano ''Demagnetize-Clydesdale''? Dai documenti inediti si apprende che si riteneva utile un intervento diretto nelle questioni sindacali al fine di favorire lo sviluppo di un unico movimento sindacale libero. Da parte statunitense vi era, inoltre, l'obiettivo di distruggere il controllo comunista sul sindacato italiano e creare un sindacato decisamente anticomunista ''utilizzando tutti i mezzi disponibili''.

Per quanto riguarda invece il settore della difesa nazionale ''Demagnetize'' prevedeva che il governo De Gasperi rafforzasse la legislazione esistente sulla sicurezza militare e sui sabotaggi e utilizzasse il programma di riarmo, con l'installazione di nuove basi, grazie anche sostegno finanziario statunitense. In occasione degli interventi di riarmo il governo italiano che quello statunitense avrebbero dovuto ''discriminare'' i luoghi con la piu' alta concentrazione sindacale comunista.

(Pam/Pe/Adnkronos)