UOMO DI SIMILAUN: OETZI TORNA IN ITALIA A DICEMBRE (3)
UOMO DI SIMILAUN: OETZI TORNA IN ITALIA A DICEMBRE (3)
LA SUA SALUTE ERA DISASTROSA

(Adnkronos) - Intanto gli studi effettuati fino ad oggi sull'uomo di Similaun hanno gia' dato risposte importanti. Per esempio una. La sua salute era francamente un disastro: il referto radiologico illustrato con dovizia di particolari all'ultimo congresso annuale della Radiological Society of North America di Chicago non lascia dubbi di sorta: otto costole incrinate (sia pur guarite regolarmente), artrite cervicale, all'anca destra e all'osso sacro, grave situazione di aterosclerosi, con arterie incredibilmente ispessite probabilmente da una dieta ricca di grassi (visto che per definizione non fumava, con buona pace della lobby dei non fumatori). E dato che aveva meno di 40 anni quando e' morto, per riposare nel ghiaccio delle Alpi tirolesi fino al ritrovamento casuale du quasi quattro anni addietro (nel settembre del 1991), gli ultimi due risultati, artrite e aterosclerosi, hanno sorpreso notevolmente i medici. Da qui la decisione di sottoporre anche ad analisi le feci, trovate nel colon.

''Aveva un grado di artrite che nessuno si aspetterebbe in un uomo sulla trentina, sia pure avanzata, ne' ci si sarebbe aspettato di trovare arterie in quelle condizioni'', spiega William A. Murphy Jr., il radiologo che ha illustrato le lastre al congresso. A quanto e' stato comunicato al congresso, l'uomo di Similaun e' mantenuto in un freezer ad alta umidita', che riproduce le stesse condizioni in cui e' stato per 5.300 anni. Non e' stato sottoposto ad autopsia e tutti i dati sono stati raccolti con oltre duemila lastre per la maggior parte ottenute con la Tac, la tomografia assiale computerizzata. La cosa piu' sorprendente sono sicuramente i depositi di calcio nell'aorta addominale, nelle arterie iliache e nelle carotidi, molto rari in giovani adulti. Ma non ci sono segni che l'uomo soffrisse di qualche malattia per la calcificazione delle arterie, ha spiegato Murphy. In un uomo moderno, sarebbe chiaro segno di eccesso di alimentazione molto grassa. (segue)

(Ada/As/Adnkronos)