QUARK: GRANDE ATTESA PER L'ANNUNCIO DEL FERMILAB (2)
QUARK: GRANDE ATTESA PER L'ANNUNCIO DEL FERMILAB (2)

(Adnkronos) - Il problema con il quark top e' stato quello di riuscire ad avvistarlo prima della sua trasformazione in particelle ''figlie'' - cosa che avviene in un miliardesimo di secondo - che poi diventano a loro volta particelle nipoti, sotto forma di elettroni e muoni. I quark, il cui buffo nome e' stato inventato ispirandosi a una frase ne ''La veglia dei Finnegan'' di James Joyce, sono personaggi assai strani, mattoni della materia che non viaggiano mai soli, anzi vengono considerati assai gregari: piu' si cerca di dividerli, piu' si ''incollano'' insieme. La materia ordinaria, cioe' i protoni e i neutroni, sono costituiti quark up e down, i primi due scoperti con esperimenti allo Stanford Linear Accelerator Center nei primi anni Settanta. Un quark piu' pesante, chiamato ''strange'', strano, perche' spiegava lo strano processo di disintegrazione della particella mesone K, fu scoperto pressocche' nello stesso periodo. Dopo ricerche molto competitive, fu poi scoperto sia al Brookhaven National Laboratory e allo Stanford Linear Accelerator Center il quark ''charm'', fascino, che completava il paio con lo ''strano''.

Da quel momento comincio' la battaglia per trovare la terza e ultima coppia intuita dagli scienziati, originariamente battezzati ''truth'', verita', e ''beauty'', bellezza, ma poi chiamati molto piu' sempliemente ''bottom'' e ''top''. Era stato proprio Lederman a trovare le prove di coppie di bottom, chiamate upsilon, al Fermilab negli anni Ottanta. Non trovo' pero' prove sufficienti per dimostrare la sua scoperta che presto fu ribattezzata con grande cattivera ''oops, Leon'', come dire che figura Leon. Ma qualche anno piu' tardi, la scoperta fu confermata in laboratorio. Ora e' la volta del ''top''.

(Cab/Pe/Adnkronos)