PAR CONDICIO: FINI ''COSE TURCHE'' VOLO DECRETO IN AEREO (4)
PAR CONDICIO: FINI ''COSE TURCHE'' VOLO DECRETO IN AEREO (4)

(Adnkronos) - Nel corso della conferenza stampa il presidente di An, Gianfranco Fini, ha toccato anche il tema dell'antitrust: ''Berlusconi ha dato piena disponibilita' a vendere le sue aziende, e cio' e' stato confermato dall'amministratore delegato della Fininvest Confalonieri. Occorre pero' -ha spiegato Fini- che non si passi dal duopolio ad un nuovo monopolio: bisogna insomma che sul mercato vadano vendute una o due reti Fininvest, si', ma nel contempo, anche una o due reti Rai, come ha detto giustamente Veltroni: se si va in questa direzione, noi siamo d'accordo. Certo, non accetteremo, invece, un antitrust politico come vorrebbe la sinistra per punire Berlusconi''. E Fini ha ricordato che ''il conflitto di interessi e' una situazione che ha toccato anche il passato: ad esempio, quando il presidente dell'Olivetti, Visentini, divento' ministro delle Finanze e varo' una legge per i registratori di cassa obbligatori, gran parte dei quali prodotti dalla Olivetti...''.

Nell'aprire la conferenza stampa, presentando il candidato del Polo Giovanni Negri, il presidente di An non aveva mancato di tornare ad attaccare il leader dello schieramento di centro-sinistra Romano Prodi: ''che ha le caratteristiche di tutto lo schieramento di centro-sinistra, e' conservatore, reazionario''. E per Fini ben piu' chiara, e meno ambigua, sarebbe stata la scelta di porre ''D'Alema come candidato, al posto di Prodi'', perche', ha detto, ''e' giusto che noi candidiamo Berlusconi a palazzo Chigi, perche' il baricentro del Polo delle Liberta' e' in Forza Italia. La finzione sta invece dall'altra parte, e' di D'Alema, consapevole che c'e' una sinistra centro che candida Prodi, mentre D'Alema avrebbe tutto il diritto di essere lui il candidato, perche' il consenso maggioritario per quello schieramento va al Pds''.

(Dac/Gs/Adnkronos)