MILANO: 101 ANNI FA LA SUA PRIMA 'FIERA'
MILANO: 101 ANNI FA LA SUA PRIMA 'FIERA'

Milano, 7 apr. -(Adnkronos)- Da oltre un secolo Milano vanta la sua vocazione di citta' fieristica: la prima manifestazione fieristica di rilevanza internazionale si svolse, infatti, a Milano nel 1894. La fiera - che prese nome di Esposizioni Riunite - si tenne nel Parco Sempione, allora Piazza d'Armi da maggio a novembre del 1894 su una superficie espositiva di 45 mila mq.. Erano presenti circa 6 mila espositori e il numero complessivo di visitatori fu di oltre 2 milioni di persone. Si trattava di una manifestazione intersettoriale che ospitaava 11 sezioni tra cui una dedicata ai primi mobili costruiti in piccola serie, una alle macchine industriali, una ai vini e olii e una - davvero avveniristica per i tempi - rivolta alel arti grafiche applicate alla pubblicita'.

Oggi quell'evento e' diventato il tema di un volume realizzato da Rosanna Pavoni e Ornella Selvafolta per la Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con le Edizioni Amilcare Pizzi. Lo svolgimento della grande manifestazione lascio' segni tangibili e duraturi: vennero piantati 13 mila alberi che costruirono il primo nucleo di essenze dell'attuale Parco sempione e fu realizzata -si legge nel volume- una torre in acciaio alta 50 metri con un ascensore interno che conduceva il pubblico ad una terrazza panoramica, una ferrovia sopraelevata e un tobooga, ovvero le prime montagne russe realizzate in ferro in Italia.

''Si tratto' -commenta Piero Bassetti, presidente della Camera di Commercio di Milano, nella prefazione al volume- di un evento fortemente innovativo per quei tempi, in netta discontinuita' con le esposizioni 'universali' tanto di moda in quell'epoca. Per le sue caratteristiche tecniche le Esposizioni Riunire furono in un certo senso la prima fiera specializzaata in Europa, antesignana di una fortunata tradizione che in epoca piu' recente ha fatto di Milano uno dei poli fieristici piu' importanti e apprezzati del mondo.

''Determinante per la riuscita dell'operazione -aggiunge Bassetti- fu allora il contributo economico della Camera di Commercio (5 mila lire all'epoca, circa mezzo miliardo al cambio corrente), primo segnale di un'antica e mai interrotta attenzione dell'Ente camerale per la Fiera, uno dei simboli della Milano produttiva. Anche oggi che le prospettive di rilancio della Fiera sono piu' concrete -conclude Bassetti- la Camera di Commercio non cessera' di promuovere la realizzazione di una moderna rete di infrastrutture (trasporti, telecomunicazioni, servizi, ecc.) che consentano alla nostra citta' di riconquistare quel ruolo primario tra le sedi fieristiche mondiali che le e' appartenuto per decenni''.

(Red/Pn/Adnkronos)