MUTUI ECU: DAI PROGRESSISTI UNA PROPOSTA (2)
MUTUI ECU: DAI PROGRESSISTI UNA PROPOSTA (2)

(Adnkronos) - Tra i beneficiari del provvedimento, anche coloro che, non usufruendo del modello 730, potrebbero accedere alla detrazione solo dopo alcuni anni. Per questi infatti il provvedimento progressista prevederebbe la conversione del mutuo in Ecu in lire italiane, a tassi agevolati e riducendo al minimo le spese accessorie. Il testo di legge prevede in ultimo l'istituzione di un fondo di solidarieta' per coloro che intendano convertire il mutuo Ecu in lire, che consenta di ottenere dallo Stato una cifra forfettaria una tantum a copertura del maggior onere derivato dalla svalutazione della lira.

''Vi e' da augurarsi -spiega la nota progressista- che anche le banche vogliano minimizzare i costi di una eventuale ricontrattazione per i loro clienti, in moda da contribuire a ridurre gli oneri derivanti dalla recente svalutazione della lira sui bilanci delle famiglie italiane''.

Sul fronte salva-mutui e in sintonia con il testo di legge si muove anche Rifondazione Comunista che ha presentato alla Commissione finanze della Camera una risoluzione con cui chiede un celere impegno al Governo e che ricalca lo schema del disegno di legge. ''Migliaia di cittadini sono stati invogliati e incitati -spiega Gabriella Pistone- a sottoscrivere impegni in Ecu o in valuta. Era un fatto quasi di moda, quasi un impegno per l'Europa. Ora subiscono una situazione insostenibile''.

(Sec/Zn/Adnkronos)