MUTUI ECU: DINI INTERVIENE SULL'ABI
MUTUI ECU: DINI INTERVIENE SULL'ABI

Roma, 7 apr. (Adnkronos) - Il presidente del Consiglio Lamberto Dini ha interessato l'Abi affinche' si impegni verso le banche a favorire soluzioni per chi ha sottoscritto un mutuo in Ecu. Lo ha reso noto il movimento di difesa del cittadino al quale il presidente del Consiglio ha inviato oggi una lettera nella quale annuncia che l'Abi si impegnera' affinche' tutte le banche interessate propongano soluzioni ''basate essenzialmente sulla flessibilita' della durata del mutuo''.

Per il Mdc tale soluzione costituisce solo ''una necessaria fase intermedia alla realizzazione dei diritti del mutuario. La reale tutela dei diritti di coloro che hanno stipulato un mutuo in Ecu avverra' solo quando le banche si assumeranno tutto o in parte il rischio cambio''. Il Mdc, pur apprezzando l'iniziativa dell'Abi ha avviato le prime cause contro le banche da parte di utenti che hanno stipulato il mutuo in ecu prima del 17 settembre '92. Prima cioe' dell'uscita della lira dalo Sma. Per chi aveva stipulato il mutuo con la lira nello Sme -spiega il Movimento- il rischio massimo era di una oscillazione del 6 per cento, mentre successivamente l'Ecu si e' rivalutato del 40 per cento. I legali del Mdc chiedono la risoluzione del contratto per eccessiva soprannuta onerosita' sulla base dell'articolo 1467 del codice civile. Inoltre si chiede il risarcimento del danno derivante dal mancato assolvimento degli obblighi di correttezza e buona fede previsti nell'adempimento del contratto dagli articoli 1175 e 1375 del codice civile.

Intanto tutte le associazioni di difesa dei consumatori hanno indetto per il 12 aprile prossimo una manifestazione.

(Red/Gs/Adnkronos)