PENSIONI: CISAL, ISTITUZIONALIZZARE PREVIDENZA INTEGRATIVA
PENSIONI: CISAL, ISTITUZIONALIZZARE PREVIDENZA INTEGRATIVA

Roma 7 apr. - (Adnkronos) - ''La riforma strutturale della previdenza non puo' prescindere dalla istituzionalizzazione della previdenza integrativa o complementare resa, ormai, necessaria dalla crisi delle forme di tutela obbligatoria pubblica. Lo ha dichiarato Gaetano Cerioli, Segretario generale delle Cisal.

''La crisi del sistema a ripartizione -ha spiegato Cerioli- che non consente un uso efficiente delle risorse, e l'andamento demografico del nostro paese caratterizzato da una crescente diminuzione delle nascite e da una corrispondente diminuzione del tasso di mortalita', nonche' il forte calo della popolazione attiva (vale a dire degli occupati), ha ormai determinato una situazione esplosiva. Continuare nel sistema fin qui seguito comporterebbe o un forte incremento della contribuzione (gli esperti parlano di un 7-8%) con le conseguenze di un aumento del costo del lavoro, dell'incremento dell'inflazione, della rottura del ''patto generazionale'' che fin qui e' stato l'ossatura del sistema previdenziale, ovvero un calo drammatico delle prestazioni previdenziali''.

Da qui, secondo la Cisal, sorge la necessita' di intervenire sulla struttura del sistema, che deve prevedere anche la istituzionalizzazione della previdenza integrativa. Si deve istituire un sistema a capitalizzazione, capace di entrare nel mercato per poter finanziare, compensandola, la minore copertura del sistema pubblico. ''Ora, sull'ipotesi di liberare il risparmio dei lavoratori consentendo agli stessi la gestione del loro risparmio si assiste ad una curiosa guerra fra la Confindustria che non vuole liberare il Tfr, e i sindacati unitari che fiutano in esso il grande affari assicurativo del secolo'' ha continuato Cerioli, che ha cosi' concluso: ''Ne' da una parte ne' dall'altra e' dato riscontrare elementi di una cultura liberale che vada in direzione di una pari dignita' fra capitale e lavoro. E proprio questo e' il metro, ivnece, sul quale la Cisal si riserva di giudicare, quando finalmente sara' espressa, la posizione del Governo sulla riforma della Previdenza''.

(Com/Zn/Adnkronos)