RAI: CDA - A FINE ANNO INDEBITAMENTO SCENDE A 900 MILIARDI
RAI: CDA - A FINE ANNO INDEBITAMENTO SCENDE A 900 MILIARDI

Roma, 7 apr. (Adnkronos) - Si ridurra' entro fine anno da 1500 a un massimo di 900 miliardi l'indebitamento netto della Rai con le banche. E' quanto e' emerso dall'esame fatto dal consiglio di amministrazione dell'azienda da cui si rileva anche che, per la prima volta dopo sette anni, la Rai presenta al mese di marzo una situazione finanziaria positiva.

La situazione dell'indebitamento netto verso il sistema bancario che a fine '93 risultava di circa 1.500 miliardi si ridurra' entro fine anno ad un massimo di 900 miliardi. Un altro dato significativo e' la posizione finanziaria netta della Rai al mese di marzo, confrontata con quella relativa allo stesso periodo dell'anno scorso. La struttura dell'indebitamento, infatti, presenta nel corso dell'anno una elevata ciclicita' poiche' grazie all'incasso dei canoni di abbonamento a inizio anno, essa presenta - come rileva una nota diffusa dall'ufficio stampa - un basso indebitamento iniziale (marzo-luglio) per poi crescere fino a toccare le punte massime nei mesi di dicembre e gennaio.

Quest'anno, ''per la prima volta dopo 7 anni, la Rai presenta invece dal mese di marzo una situazione finanziaria netta positiva rispetto agli esercizi precedenti quando, pur in presenza di incassi da canone, si registrava comunque un indebitamento''. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)