ARCIVESCOVO: POLEMICHE DURE A VIENNA (3)
ARCIVESCOVO: POLEMICHE DURE A VIENNA (3)

(Adnkronos) - In un comunicato emesso al termine della riunione del 4-6 aprile scorso, la Conferenza episcopale austriaca ha preso posizione sul caso Groer. Il documento afferma che nel corso della riunione, l'arcivescovo ''ha confermato la sua decisione di mantenere il silenzio sulle accuse rivoltegli''. I vescovi, dal canto loro, manifestano ''comprensione'' per il comportamento del cardinale. sottolineando che ''e' suo diritto tacere'' ed esprimono preoccupazione per il modo in cui le accuse lanciate contro Groer lo hanno fatto ''condannare a priori''. ''Il danno e' irreparabile'', continua il comunicato, e ''costituisce una grave ingiustizia''.

''E' chiaro -concludono i vescovi- che gli attacchi contro Groer intendono colpire anche la Chiesa'' e la Conferenza episcopale ''denuncia quindi qualsiasi tentativo di allargare il sospetto a tutto il clero e alle istituzioni educative della Chiesa''.

Nel comunicato mancano tuttavia i riferimenti alla creazione di una commissione d'inchiesta sul caso Groer, come era stato invece auspicato da piu' parti. In proposito, nel corso di una conferenza stampa, il nuovo presidente della Conferenza episcopale, Johann Weber, ha detto di essere personalmente favorevole a tale soluzione, in linea con le raccomandazioni del Papa sulla trasparenza della vita della Chiesa, ma ha aggiunto che l'atmosfera arroventata degli ultimi giorni rende preferibile attendere. (segue)

(Nsp/Pn/Adnkronos)