ARCIVESCOVO: POLEMICHE DURE A VIENNA
ARCIVESCOVO: POLEMICHE DURE A VIENNA

Vienna, 7 apr. (Adnkronos) - Piegandosi alle pressioni sempre piu' incalzanti di gran parte dell'opinione pubblica, l'Arcivescovo di Vienna Hans Hermann Groer ha rinunciato ieri all'incarico di Presidente della Conferenza episcopale austriaca, nel quale era stato confermato martedi' scorso. Gli subentra il vescovo diocesano di Graz, Johann Weber. Ma le polemiche sono tutt'altro che sopite.

Groer e' ormai da due settimane al centro di gravi e circostanziate accuse per presunte molestie sessuali nei confronti di giovani seminaristi all'epoca in cui egli prestava servizio presso il seminario di Hollabrunn. Malgrado alte personalita' religiose e laiche lo abbiano ripetutamente inviato a fornire la sua versione dei fatti, il Cardinael ha finora mantenuto il piu' stretto silenzio, rifutandosi di commentare il caso.

E' questa la primavolta nella storia della Chiesa cattolica austriaca che il presidente della Conferenza episcopale offre le sue dimissioni in modo cosi' improvviso; ed e' pure la prima volta che alla testa della Conferenza viene eletto un prelato senza il rango di arcivescovo. A tale riguardo si fa osservare che Weber e' conosciuto per le sue doti di negoziatore e di mediatore all'interno della Chiesa, qualita' queste che gli torneranno utili nelle prossime settimane nel tentativo di ricucire i danni causati dalle rivelazioni su Groer. (segue)

(Nsp/As/Adnkronos)