CLAES: COMMISSIONE CHIEDE REVOCA IMMUNITA'
CLAES: COMMISSIONE CHIEDE REVOCA IMMUNITA'

Bruxells, 7 apr. (Adnkronos/Dpa)- Il segretario generale della Nato, Willy Claes, e' nuovamente al centro di pressioni e polemiche. Oggi una commissione speciale del Parlamento belga ha espresso parere favorevole alla revoca dell'immunita' di Claes, sospettato di essere coivolto nello scandalo Agusta. La commissione, composta da 11 membri, ha appoggiato cosi' una petizione della Procura generale belga, che chiede di interrogare Claes e gli ex ministri Guy Coeme e Louis Tobbak, che all'epoca ricoprivano rispettivamente le cariche di ministro delle Difesa e degli Interni. Il Parlamento belga, pero', deve ancora deliberare sulla revoca dell'immunita'.

Claes ieri ha ribadito la sua innocenza, affermando di essere pronto a dichiararlo di fronte alla giustizia in qualsiasi momento. Il segretario della Nato ha sempre sostenuto di non avere nulla a che fare con il versamemento che la societa' Augusta avrebbe fatto al Partito socialista fiammingo per l'acquisto di 46 elicotteri militari nel 1989, quando Claes ricopriva la carica di ministro dell'Economia. Secondo il segretario, la decisione dell'acquisto degli elicotteri venne presa dall'intero gabinetto.

Lo scorso 22 marzo, sempre perche' travolto dallo scandalo Agusta, anche Frank Vandenbroucke, che era stato nominato ministro degli Esteri lo scorso ottobre, e' stato costretto a rassegnare le dimissioni. Vandenbroucke, in un'intervista, ha ammesso che prima di diventare presidente del partito socialista era venuto a conoscenza dell'esistenza di fondi non ortodossi nel partito e di averne poi ordinato l'eliminazione.

(Giz/As/Adnkronos)