ELEZIONI: UP, RILANCIA PROGRAMMA UNITARIO DELLA SINISTRA
ELEZIONI: UP, RILANCIA PROGRAMMA UNITARIO DELLA SINISTRA
NON BISOGNA TEMERE I REFERENDUM

Roma, 7 apr. (Adnkronos) - Romano Prodi non puo' e non deve essere un candidato di bandiera. La sua candidatura deve essere sostenuta da tutta la sinistra attraverso un programma di governo predisposto e accettato da tutto lo schieramento che lo sostiene. Nell'esprimere la ''piu' viva preoccupazione per i rischi che presenta lo scenario politico anche in vista delle elezioni del 23 aprile'', Unita' Progressista (un raggrupamento che raccoglie un certo numero di eletti nelle liste rosso-verdi alle elezioni del 27 marzo), rilancia l'esigenza dell'''unita' a sinistra e delle forze democratiche'' che ha trovato solo in parte una''espressione adeguata alla gravita' del momento''. In gioco, si legge in un appello sottoscritto da 34 parlamentari eletti nel cartello Progressista, non c'e' solo l'esito delle regionali ma il futuro di un confronto vincente con la destra. Tutto cio' affinche' le ''divisioni e le confusioni che vi sono state nella scelta delle candidature e alleanze non inducano al disimpegno e alle separazioni''.

E' sentita l'esigenza di ''lavorare per una piattaforma della sinistra unita, per un programma della coalizione democratica che ha il suo punto di riferimento nella candidatura di Romano Prodi''. Un programma per il governo, che ''convinca per i suoi contenuti e non sia solo un'ancora a cui aggrapparsi nelle tempesta di destra''. Trattativa sulle pensioni, privatizzazioni confronto sull'antitrust, legge sulle rappresentanze sindacali, sono temi cui agganciare il dibattito. Su questi ultimi due aspetti si facciano due buone leggi. Se cio' non sara' possibile ''bisognera' andare ai referendum e votare senza rinvii''.

(Pol/Gs/Adnkronos)